Alcol e agopuntura: un supporto nelle crisi d’astinenza?

E’ risaputo e comprovato da molti studi che il consumo eccessivo di alcol può provocare problematiche fisiche più o meno gravi (oltre alle problematiche psicologiche e sociali).

Uno degli studi recenti sull’argomento, fatto in Cina, ha valutato l’incidenza dell’uso di alcolici su disturbi cardiovascolari (CVD), tumori e sul tasso di mortalità.

Lo studio longitudinale ha seguito la storia clinica di 83.732 partecipanti cinesi adulti, privi di patologie cardiovascolari o cancro, dividendoli in 6 gruppi in base al consumo di alcol auto-riferito.

Un follow up di 10 anni ha mostrato che ci sono stati 6411 casi incidenti di CVD, 2947 tumori e 6646 deceduti (dati confermati dalle cartelle cliniche degli utenti). Dopo i necessari aggiustamenti per età, sesso, stile di vita, condizione socio-economica e farmaci in uso, si è potuto verificare che meno alcol si utilizza (leggero consumo di alcol a ~ 25 g/settimana) , minore è il rischio di rientrare nel campo delle problematiche cardiovascolari e tumori, diminuendo il tasso di mortalità.


Per quanto riguarda i casi di alcolismo che richiedono invece un percorso di disintossicazione, è molto interessante l’utilizzo che si fa dell’agopuntura per il trattamento degli effetti dell’astinenza.

In questo studio infatti, viene utilizzata la stimolazione elettrica transcutanea dei punti di agopuntura(TEAS) in combinazione con il diazepam.

Nello studio, in doppio cieco, randomizzato e controllato con simulazione, i pazienti sono stati suddivisi in due gruppi, uno trattato solo con diazepam e uno con diazepam e elettroagopuntura su 4 punti due volte al giorno per due settimane.

Per valutare l’efficacia del trattamento sono state utilizzate la Scala di valutazione delle crisi di astinenza da alcol (CIWA-Ar), la scala analogica visiva (VAS), l’ indice di qualità del sonno Pittsburgh (PSQI) e la Epworth Sleepiness Scale (mESS) per la sonnolenza.

Si è notato un generale miglioramento dei punteggi in entrambi i gruppi durante la prova, ma nel gruppo TEAS c’erano risultati migliori, permettendo quindi di asserire che l’utilizzo della stimolazione di agopuntura può dare sintomi più lievi di astinenza, riduce la sonnolenza e migliora la qualità del sonno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...