Può la medicina tradizionale cinese aiutare a combattere il cancro?

La medicina tradizionale cinese (MTC) sta rapidamente diventando una scelta popolare per molte persone che cercano metodi alternativi di cura per il cancro.

Diversi studi scientifici sono stati condotti per valutare l’efficacia della TCM sul cancro, raccomandando sempre di usarla però come soluzione complementare ai farmaci occidentali esistenti.

Studi scientifici

Nel 2016, i ricercatori dell’Università di Adelaide hanno condotto uno studio su un mix di composti vegetali derivati ​​da TCM. Conosciuta come Compound Kushen Injection (CKI), la miscela composta viene solitamente somministrata in Cina per il trattamento di tumori cancerosi ed è utilizzata in associazione con la chemioterapia. Tuttavia, la pratica è quasi esclusiva per la Cina e raramente utilizzata all’esterno.
La ricerca sul cancro mirava a determinare se la CKI fosse o meno un trattamento affidabile per la malattia. Per l’esperimento, i ricercatori hanno utilizzato la CKI sulle cellule del cancro al seno coltivate in laboratorio. Utilizzando tecnologie di sequenziamento ad alto rendimento, gli scienziati sono stati in grado di identificare i geni e i percorsi che sono presi di mira da CKI.

Abbiamo dimostrato che gli schemi di espressione genica innescati dalla CKI influenzano gli stessi punti presi di mira dalla chemioterapia occidentale, ma agendo su geni diversi … Questi geni regolano il ciclo cellulare di divisione e morte, e sembra che CKI spinga le cellule tumorali nel ciclo cellulare che porta poi alla  morte cellulare, uccidendo quindi queste cellule…

ha detto David Adelson, direttore del Centro Zhendong Australia-Cina per le basi molecolari della medicina tradizionale cinese, in una dichiarazione (Science Daily).

Anche uno studio più vecchio pubblicato nel 2010 conferma  l’utilità della TCM nel trattamento del cancro. Lo studio, condotto dallo scienziato della Fondazione nazionale per la ricerca sul cancro Yung-Chi Cheng, è durato per circa 10 anni prima di essere pubblicato sulla rivista Science Translational Medicine. Yung e il suo team hanno usato una formula di quattro antiche erbe cinesi, denominate PHY906. Hanno scoperto che la formula era in grado di ridurre gli spiacevoli effetti collaterali gastrointestinali causati dalla chemioterapia tra i pazienti con tumore del retto e del colon.

Soluzione tradizionale cinese per il trattamento del cancro
La TCM segue la premessa del “trattamento secondo i modelli di sindrome” e propone diversi approcci principali al trattamento del cancro, che includono la tonificazione generale, la dispersione del flegma per ammorbidire i ristagni, la disintossicazione con sostanze tossiche e la rimozione del calore tossico.
Per la tonificazione generale, l’obiettivo è quello di reintegrare il qi e il sangue nel corpo, migliorare l’equilibrio yin / yang e fortificare gli organi. Si ottiene attraverso metodi come l’agopuntura, la digitopressione e l’uso di prescrizioni a base di erbe. Queste metodiche forniscono al corpo la forza necessaria per combattere il cancro e liberarsi dei sintomi complessi.

La TCM sottolinea l’importanza della dispersione del flegma e dell’umidità che continuano ad agire in tutto il corpo durante il decorso del cancro. I pazienti che presentano massicci noduli, esperienza di vomito, nausea, gonfiore o distensione toracica sono tutti trattati con erbe come il tubero della Pinellia, la zucca serpente mongola e l’arisaema della bile.
In alcuni casi, i sintomi esibiti dai malati di cancro potrebbero essere il risultato di diverse tossine patologiche che possono essere difficili da rimuovere dal corpo attraverso i metodi usuali.

Di conseguenza il medico di TCM potrebbe raccomandare la disintossicazione con sostanze tossiche come veleno di rospo, centopiedi, coleottero blister e così via.
Nella medicina tradizionale cinese, il calore tossico è considerato un importante contributo alla progressione del cancro, in particolare nei pazienti che si trovano nelle fasi centrali e avanzate della malattia. Il calore tossico può causare dolore localizzato, urina giallastra, grumi rigonfianti e stitichezza.

Le erbe con un effetto di raffreddamento sono solitamente utilizzate per contrastare tali reazioni.

Per articolo orginale clicca qui

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...