Bao Gu e la Moxibustione: una donna tra storia e leggenda

Yinghua Huang, Yongxuan Liang *, Università di Medicina Cinese di Pechino, Pechino 100029, Cina

Bao Gu, nota anche come Bao Qianguang (circa 309-363 d.C), è stata una famosa praticante della moxibustione e studiosa taoista durante la dinastia Jin (265 e 420 d.C.).

Immagine di Bao Gu

Suo marito, Ge Hong, era un illustre medico, studioso ,alchimista e taoista ed entrambi praticarono la medicina nelle montagne di Luofu, nella provincia del Guangdong.

Anche se putroppo non sono rimaste tracce scritte del suo lavoro di medico, Bao Gu, a seguito delle sue brillanti capacità mediche e per la sua bravura venne insignita del titolo di “Dea Bao”.

Nacque in una famiglia benestante, il padre Bao Jing aveva prestato servizio come alto funzionario del governo e come capo della prefettura di Nanhai, era un dotto taoista che conosceva l’astronomia e la geografia e aveva studiato alchimia con Yin Changsheng .

Fortemente influenzata dal padre, Bao Gu si interessò, fin dall’infanzia, a taoismo, alchimia e medicina.

Mentre il padre lavorava a Nanhai, Bao Gu fece la conoscenza di Ge Hong, medico esperto in alchimia e taoismo, di cui ammirava molto talento e cultura. Il suo interesse era molto ricambiato e in seguito Bao Jing gli promise in sposa sua figlia.

Ge Hong divenne molto famoso nella storia della medicina cinese e condivise con la moglie Bao Gu il culto del taoismo e gli ideali comuni, vivendo in isolamento sui monti Luofu, conducendo una vita libera e senza vincoli. Andavano in montagna a raccogliere le piante officinali, studiavano medicina e curavano le malattie per la gente comune.

Nella pratica della medicina, Bao Gu ha, a poco a poco, accumulato molta esperienza, in particolare nella moxibustione. A quel tempo la moxibustione era una terapia piuttosto popolare perché semplice e a basso costo, essendo l’artemisia una pianta spontanea molto comune e di facile reperibilità.

Bao Gu usava la usava per curare pazienti con malattie di natura fredda. Dopo ulteriori verifiche ed esplorazioni, scoprì che era efficace anche per trattare le malattie della pelle e le verruche.

Fece delle ricerche per trovare la lana di moxa più efficace, e scoprì che la migliore era quella proveniente dall’Artemisia dalla radice rossa.

Era abbastanza insolito per una donna di quel periodo, poter uscire dalla famiglia per andare a curare dei pazienti, quindi le sue azioni erano ampiamente conosciute, documentate e registrate negli annali della contea locale e nelle iscrizioni su tavoletta.

Secondo la leggenda, un giorno, tornando a casa dopo aver raccolto le piante medicinali, Bao Gu incrociò una ragazza che piangeva silenziosamente vicino a un fiume mentre guardava il suo viso riflesso nell’acqua. Bao Gu le si avvicinò e scoprì che aveva molte macchie marroni e nere sul suo viso che la deturpavano. Si fermo a parlarle e la ragazza le disse che era stata ripetutamente snobbata e che nessuno voleva sposarla. Aveva cercato aiuto ma senza buoni risultati.

Bao Gu ne ebbe pietà e promise di curarla. Trattò la ragazza con la moxibustione usando la moxa dell’Artemisia dalla radice rossa. In poco tempo la ragazza fu guarita, di nuovo carina e tornò a casa felice.

Gli studi di Bao Gu sulla Moxibustione non sono purtroppo stati trascritti, ma nel famoso testo medico di suo marito Ge Hong, Emergency Formulas to Keep Up One’s Sleeve (Zhŏu Hou Bei Jí Fang) ci sono molti passi relativi alla terapia con la moxibustione, incluso dove veniva applicata e le attenzione che si richiedono durante il trattamento. Molti ritengono che si tratti dell’esperienza di Bao Gu.

Spesso si pensa che la medicina cinese sia efficace solo per le malattie croniche, ma nel libro di Ge Hong la moxibustione è indicata per la cura di 28 malattie acute.

La moxibustione è ampiamente utilizzata per vari disturbi e ne viene utilizzata anche la forma indiretta (moxibustione su mucchietti di sale o fette di aglio) che non solo migliora l’effetto curativo, ma evita anche le lesioni causate dalla moxibustione diretta. Il libro di Ge Hong è stato considerato il testo fondamentale per l’utilizzo della moxibustione.

Bao Gu è rimasta una figura leggendaria, la prima praticante della moxibustione nella storia della medicina cinese. Dopo la sua morte, la gente del posto ha costruito la Sala Ancestrale Bao Gu nel Tempio di San Yuan, ai piedi del Monte Yuexiu, nella provincia del Guangdong.

Un testo taoista descrive che ascese al cielo e divenne un’immortale, ed è talmente rispettata che viene considerata tutt’oggi come una divinità femminile.

Articolo originale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...