Postura SMART….working! :)

La postura questa sconosciuta!

Ognuno di noi ha una sua personale postura e almeno una volta nella vita si sarà chiesto se la propria potesse andare bene, se fosse quella giusta.

In realtà quella che noi indichiamo come “postura giusta” non è una cosa così assoluta: ognuno di noi è diverso, ha caratteristiche fisiche differenti e il corpo ha
una grandissima capacità di adattamento alle situazioni diverse.

Fatta questa premessa, è anche vero che ci sono delle “regole di benessere” che ci dicono se la nostra posizione del corpo nello spazio ci fa bene oppure no.

In parole povere, possiamo definire la corretta postura semplicemente come la posizione più idonea del nostro corpo nello spazio per attuare le funzioni antigravitarie con il minor dispendio energetico sia nel cammino che nella posizione statica.

Ad essa vengono a concorrere vari fattori come ad esempio fattori neurofisiologici, biomeccanici, emotivi, psicologici e relazionali.

Quindi il nostro corpo cerca continuamente il modo di fare meno fatica possibile per contrastare la gravità che lo farebbe crollare a terra…ma alle volte il modo che trova è quello di diventare tutt’uno con il divano o con la sedia!

Che fare in questo periodo per la nostra postura?

In questi giorni di quarantena la maggior parte di noi ha cambiato le proprie abitudini e la propria attività fisica.

Molto probabilmente ci si trova più seduti, provando a stare in posizioni quantomai innovative e contorte sulle nostre sedie di casa che, sono tanto belle e magari pure di design, ma risultano scomodissime quanto ci si devono passare 8 ore seduti a lavorare al PC!

Ed è pensando a questo che mi è venuta voglia di ricordarvi delle regole di base di benessere fisico da poter attuare ogni giorno nelle nostre case, mentre siete concentrati nel vostro smart working!

  1. Cercare di mantenere una postura seduta corretta per il maggior tempo possibile.                                                                                                                                   Ma qual è questa postura corretta? L’ideale sarebbe mantenere le ginocchia e le anche a 90° in modo da permettere alla colonna vertebrale di stare il più possibile nella sua posizione fisiologica (cioè mantenendo le curve di cifosi e lordosi che la caratterizzano). Se si ha una sedia regolabile quindi, non tenerla troppo bassa o troppo alta.  Attenzione soprattutto alla zona lombare che tende a cedere, può essere utile mettere un cuscinetto di sostegno nella parte bassa dello schienale.
  2. Cercare di stare fermi il minor tempo possibile quindi ogni mezz’ora alzarsi anche solo per qualche secondo (è fondamentale interrompere le posizioni mantenute!).
  3. Non incrociare le gambe. Questo infatti porta uno sbilanciamento a livello del bacino con conseguenze su tutta la schiena. Se proprio non si riesce a resistere almeno abituarsi a cambiare la gamba accavallata.
  4. Cercare di muoversi pur stando seduti. Per esempio ogni tanto allungare le gambe, stendere le braccia in alto, fare qualche respiro profondo, spostarsi con il bacino avanti o indietro sulla sedia, staccarsi dallo schienale.
  5. Posizionare lo schermo in modo da tenere lo sguardo orizzontale. Inevitabilmente la posizione della testa condiziona il resto della schiena perciò è fondamentale avere lo schermo del computer ad un’altezza tale da consentire alla testa di essere in postura naturale.
  6. Posizionare la tastiera in modo da poter appoggiare i gomiti. Provate ad appoggiare totalmente l’avambraccio fino al gomito; potete farlo sulla scrivania tenendo la sedia ben sotto al tavolo o sui braccioli della sedia se questa li ha. I gomiti appoggiati vanno a scaricare la tensione sulle spalle portando rilassamento alla zona cervicale.
  7. Approfittare dei momenti di pausa per stare in piedi.

Infine vorrei ricordare come le nostre case siano comunque un ottimo luogo dove poter praticare dell’attività fisica perciò approfittate del tempo disponibile per muovervi il più possibile.

Perchè non sfruttare le piccole mansioni casalinghe per rimanere attivi e magari svolgere quotidianamente un po’ di attività fisica? (tonificazione, stretching, cyclette, yoga…).

Non dimenticatevi anche di concedervi qualche momento di meditazione e rilassamento, fondamentali per la salute soprattutto in un momento di incertezza come questo!
Buon lavoro a tutti! 🙂

Ft Bisello Anna

Fisioterapista presso Poliambulatorio Prosa

2 pensieri su “Postura SMART….working! :)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...