Omeopatia e Coronavirus

Fino ad ora non ci era sembrato necessario rispetto all’epidemia di Coronavirus, scrivere qualcosa di specifico perché pensavamo che i consueti contatti, cioè la possibilità di parlare con i sanitari attraverso i cellulari fosse sufficiente per rispondere alle domande e ai dubbi.

Ma l’obbligo di restare a casa e di conseguenza la necessità di far lavorare la struttura (Poliambulatorio Prosa) solo per le emergenze e urgenze, crea nuovi scenari e a questo punto mi pare necessario iniziare un discorso che parte con la precisazione di alcune cose.

In questi giorni si è molto sentito parlare a vari livelli di regole, comportamenti da tenere, cose da poter fare e spesso ci sono stati da più parte forniti suggerimenti o consigli di rimedi dietetici, vitaminici, fitoterapici ecc.

Tutti hanno detto la loro, a volte anche per niente, e gli Omeopati?

Prendo da uno scritto del dott. Gino Santini- omeopata- comparso su Omeopatia 33 rispetto al dibattito: “Omeopatia, coronavirus e gli stracci che volano tra esperti virologi”.
Per soffermarmi sulla risposta a questa domanda – cosa si fa in omeopatia? – lui scrive:

“E gli Omeopati? Dal canto loro le associazioni omeopatiche più rappresentative, quella indiana e l’europeo ECH, in mancanza di alternative valide si sono orientati su medicinali come Arsenicum album e Gelsemium, senza alcuna pretesa certo di risolvere il problema, ma con il sincero intento di fornire solo indicazioni di massima. Indicazioni, vale sottolinearlo,
fornite con adeguata umiltà scientifica e in piena sintonia fra loro, dimostrando ancora una volta che: ‘il metodo proposto da tanto tempo, è quello di osservare, ascoltare, paragonare, e pensare, prima di parlare. Ma parlare…è talmente più facile di tutte quell’altre insieme, che anche noi, dico noi uomini in generale, siamo un po’ da compatire”, come scrive Alessandro
Manzoni nei Promessi Sposi al capitolo XXXII, sì, quello della peste.

Ecco da dove viene il suggerimento di Arsenicum album e Gelsemium.
Condivido questa osservazione del collega che fa presente come il metodo omeopatico si basi sull’osservare, ascoltare, paragonare e pensare.

In omeopatia si dice che “Non esistono le malattie, ma esistono i malati”. Con questa massima si vuole sottolineare che quando si cura un paziente con l’omeopatia, arrivare alla diagnosi di malattia è importante, ma non è il fine del nostro lavoro come lo è per la medicina moderna, ma siamo solo all’inizio: noi dobbiamo fare diagnosi di rimedio.
Questo significa ritrovare il rimedio che è simile ai sintomi del nostro paziente. A noi interessa come l’organismo del nostro paziente vive la malattia, come si muove, si attiva per contrastare la malattia.

L’omeopatia è una medicina che tiene conto del singolo soggetto e quindi cerca sempre di personalizzare la cura.

Questo tuttavia non significa che a livello preventivo non si possa proporre qualche rimedio che potrebbe essere di aiuto.
In forme infettive come quelle epidemiche, dove il genio della malattia acquisisce una propria personalità tanto da mettere in secondo piano anche la parte soggettiva, è possibile ritrovare nella patogenesi di un rimedio la similitudine col quadro della malattia epidemica.
Questo ce lo ha insegnato lo stesso Hahnemann che nelle epidemie di scarlattina utilizzava Belladonna e Arsenicum album come preventivi.

Quindi preciserei quanto segue:
La profilassi con:
Arsenicum album ch30  2 granuli una volta al giorno per tre giorni soltanto.
Gelsemium ch30 2 granuli una volta alla settimana se siamo lontani da persone contagiate o dove l’epidemia non è molto forte.
Gelsemium ch30 2 granuli una volta al giorno per sette giorni se siamo vicini a persone contagiate nelle zone dove il contagio è vicino, e poi due volte alla settimana.

 

Dott.ssa Speronello Maria Rosa

Direttrice sanitaria Poliambulatorio Prosa

Un pensiero su “Omeopatia e Coronavirus

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...