Moxibustione e cancro al fegato

Obiettivo: Indagare l’effetto clinico della moxibustione su base di zenzero a punti Zusanli (ST36) e Yongquan (KI1) combinati con la chemoembolizzazione transarteriale (TACE) nel trattamento del cancro del fegato primario.

Metodi: In totale 60 pazienti inizialmente diagnosticati con cancro al fegato primario con ristagno di qi e insufficienza della milza ospedalizzati nell’Ospedale Tumore Affiliato di Guangxi Medical University da dicembre 2013 a dicembre 2014 sono stati iscritti e suddivisi in maniera casuale in gruppo di moxibustione e gruppo di controllo, con 30 pazienti in ciascun gruppo. I pazienti in entrambi i gruppi sono stati sottoposti a trattamento TACE e trattamento sintomatico / sostegno dopo TACE, inclusi quelli convenzionali per la protezione del fegato, protezione contro gli stomaco, alleviare il dolore e trattamento antiemetico.

I pazienti del gruppo di moxibustione hanno ricevuto moxibustione dal primo giorno prima di TACE. Il trattamento di Moxibustione è stato eseguito a due punti Yongquan e Zusanli ogni giorno (30 minuti ogni volta) per 8 giorni consecutivi.

La qualità della vita dei pazienti è stata registrata 1 giorno prima e 7 giorni dopo l’intervento chirurgico e gli eventi avversi postoperatori, la valutazione del sindrome della medicina tradizionale cinese (TCM) e i risultati EORTC QLQ-C30 sono stati confrontati tra i due gruppi. Il t-test è stato utilizzato per il confronto di dati continui tra i gruppi, il test chi-quadrato è stato utilizzato per il confronto di dati categorici tra i gruppi e il test U-Whitney U è stato utilizzato per confrontare i dati classificati tra i gruppi.

Risultati: Il gruppo di moxibustione ha avuto una percentuale significativamente minore di pazienti che hanno avvertito nausea e vomito dopo l’intervento chirurgico rispetto al gruppo di controllo (Z & 61; 9.692; P & 61; 0.046). Tra i pazienti nel gruppo moxibustione, 7 hanno conseguito significativi miglioramenti nella sindrome di TCM e 16 miglioramenti parziali ottenuti nella sindrome di TCM, con un tasso di risposta complessivo del 77% e 59; tra i pazienti del gruppo di controllo, 5 hanno conseguito miglioramenti significativi e 9 hanno ottenuto miglioramenti parziali, con un tasso di risposta globale del 47% e 59; vi era una differenza significativa nel tasso di risposta globale tra i due gruppi (χ2 & 61; 7.198, P & 61; 0.027).

Per quanto riguarda la qualità della vita, il gruppo di moxibustione ha notato notevoli miglioramenti per quanto riguarda affaticamento, anoressia, nausea / vomito e salute generale rispetto al gruppo di controllo (t & 61; 2.722, 2.530, 2.538 e 3.144, P & 61; 0.011, 0.017, 0.017 , e 0,004).

Conclusione: la moxibustione partizionata con zenzero a due punti bilaterali Zusanli e Yongquan combinati con TACE per il trattamento del cancro al fegato primario può alleviare gli effetti avversi dopo la TACE e migliorare la sindrome da TCM e la qualità della vita dei pazienti.

Questa terapia combinata riflette le caratteristiche e i vantaggi della terapia combinata “locale e sistemica” per il cancro al fegato primario.

Clinical effect of ginger-partitioned moxibustion combined with transarterial chemoembolization in treatment of primary liver cancer with stagnation of liver qi and spleen deficiency. ZHU Jiayu; XU Wang; CHEN Chuang, Linchuang Gandanbing Zazhi, Volume 33, Number 1, 2017, pp. 87-90(4)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...