Tumore e agopuntura: utile la stimolazione senza aghi contro effetti collaterali post operatori

SFONDO: Il tumore al seno è un problema serio di salute globale, tra le donne. La chirurgia è il trattamento principale e gli effetti collaterali del trattamento post operatorio sono ancora presenti e fastidiosi. Per ridurre questi sintomi è stata utilizzata la stimolazione dei punti dell’agopuntura senza l’infissione degli aghi, un trattamento efficace della medicina tradizionale cinese.

Sebbene siano stati condotti diversi studi clinici, non vi è ancora una conclusione definitiva sull’efficacia. Questa meta-analisi mira a valutare l’efficacia della stimolazione acupoint non ago per la prevenzione di nausea e vomito dopo l’intervento chirurgico al seno.
METODI: sono state condotte ricerche sistematiche  in database PubMed, Embase, Cochrane e Wanfang Med Online per gli studi. Il periodo di revisione ha riguardato dall’inizio delle banche dati fino al 31 dicembre 2017. Le misure di outcome di interesse erano la frequenza di nausea, la frequenza del vomito, la frequenza di PONV, la scala di valutazione verbale della nausea e l’uso di antiemetici di salvataggio. L’estrazione dei dati e i rischi di valutazione del bias sono stati eseguiti da 2 revisori indipendenti utilizzando il software Cochrane Collaboration Review Manager (RevMan 5.3.5).
RISULTATI: Quattordici studi clinici controllati randomizzati con un totale di 1009 partecipanti femminili  hanno soddisfatto i criteri di inclusione. La stimolazione acupoint senza ago ha avuto un ruolo importante nel ridurre la nausea e il vomito entro 48 ore postoperatorie. Secondo la scala di Jadad, ci sono prove di qualità moderata per i risultati dell’analisi raggruppati in questo studio. E’ emerso inoltre che la stimolazione dell’agopuntura fatta con il bracciale era più soggetta a causare effetti collaterali.
CONCLUSIONE: La stimolazione degli acupoint senza aghi può essere utilizzata per pazienti di sesso femminile sottoposti a chirurgia al seno per ridurre la nausea e il vomito postoperatori. In aggiunta, raccomandiamo la stimolazione elettrica transcutanea su PC6 da 30 minuti prima dell’induzione dell’anestesia fino alla fine dell’intervento chirurgico per l’applicazione. Questo approccio non farmaceutico potrebbe essere promettente per promuovere il recupero dei pazienti dopo l’intervento chirurgico al seno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...